Colori dell’arredamento: come sceglierli e abbinarli [FOTO]

da , il

    Quando si è alle prese con una nuova casa, da personalizzare al meglio, una delle mille domande che sorgono spontanee è sicuramente “Come scegliere e abbinare i colori dell’arredamento?”. Se già la scelta di finiture, pavimenti, pareti e quant’altro non è una missione facile da portare a termine, quando si tratta di selezionare i mobili e abbinarne colori e stili, per i non addetti ai lavori può assumere le proporzioni di una missione impossibile. Ecco qualche consiglio utile, per orientarsi al meglio nella giungla delle proposte cromatiche del design, più o meno moderno.

    Personalizzare e non omologare

    Partendo dal presupposto che il dubbio su cosa e come abbinare, in materia di mobili e colori, sorge a chi la casa la vuole costruire a modo suo, rendendola il più personale possibile, meglio evitare di seguire pedissequamente le proposte “pacchetto” completo dei produttori di arredamento.

    Mixare e dosare sono le parole d’ordine quando si scelgono i mobili e gli accessori di casa, che valgono anche quando si tratta di preferire un colore, o una sfumatura dello stesso, piuttosto che un altro. Per personalizzare con stile, evitando il rischio omologazione, ma anche quello dell’esagerazione, il consiglio è di cominciare con la scelta dei pezzi di arredamento più importanti di ogni stanza, per poi costruire intorno a essi il resto dell’ambiente.

    Se, per esempio, ci si innamora di un divano viola, meglio non eccedere con altri colori, ma magari, preferire per tavolini, sedie e poltrone colori neutri, con qualche dettaglio che ricordi la tonalità più accesa della stanza, come cuscini o vasi.

    Al contrario, se in un ambiente si scelgono i mobili principali di colori neutri, si può illuminare il tutto con qualche tocco di colore diverso. Per esempio, se la cucina è bianca, intorno al tavolo o al bancone, si possono posizionare sedie e sgabelli colorati. Lo stesso discorso vale, chiaramente, per tutte le stanze della casa: in camera da letto, se il primo amore è per un armadio a righe, meglio optare per un letto tinta unita che riprenda uno dei colori delle righe, preferibilmente quello meno acceso.

    Attenzione a non stonare

    Se è vero che è fondamentale combinare i mobili e i complementi d’arredo tra loro, è anche vero che tessuti e finiture della casa non possono essere trascurati. I tessuti d’arredo, infatti, sono veri e propri protagonisti di ogni stanza: dalle tende, ai cuscini, fino al rivestimento di divani e poltrone difficilmente passano inosservati.

    Un divano bianco, per esempio, è come una tela pulita, che si può, per gli amanti del genere, arricchire con tocchi di colore a suon di cuscini fantasia o tinta unita. Un divano fantasia e multicolore, al contrario, non vuole altri sovraccarichi cromatici, ma un pizzico di sobrietà in più.