Colorare e dipingere le uova per pasqua

da , il

    Ed ecco avvicinarsi velocemente l’attesissima domenica di Pasqua. Molte di voi avranno organizzato veri e propri cenoni, invitando amici o parenti. Alcuni invece a loro volta invitati, godranno solo dei benefici dell’abbuffata. Tanti sotto questo periodo sono soliti portare avanti l’antichissima tradizione di pitturare le uova in occasione dell’importante ricorrenza primaverile. L’uovo è da sempre stato simbolo di vita. Il rito dello scambio delle uova si attribuisce al popolo dei Persiani, che si scambiavano le uova all’avvento della stagione primaverile e con il passare del tempo anche Egizi e Cinesi iniziarono a farlo con regolarità.

    Diventò quindi un rito diffuso in tutto il mondo e per rendere più festoso e divertente la cosa è diventata consuetudine pitturarle a festa. Furono poi create uova di ogni tipo: uova di cioccolato a grandezza naturale, ovetti più piccoli e più grandi. Le uova di cioccolato con sorpresa fu una trovata per aumentare le vendite e da decenni è diventato il tipico regalo di pasqua. Molto più sentite a mio avviso le uova pitturate o dipinte a mano. Ora vi spiego come fare.

    Innanzitutto iniziamo con il dare alle nostre uova, preferibilmente bianche originariamente, un colore di base. Mettete dell’acqua in un pentolino per bollire le uova e aggiungete un po’ di colorante alimentare del colore di base che avete deciso. Ora aggiungete anche un po’ di aceto (due cucchiai) che avrà il ruolo importante di far aderire meglio il colore al guscio. Cuocete ora le uova: potete decidere di farle sia alla coque, sia sode, da servire a cena come contorno.

    Una volta cotte le uova, se le volete dipingere, potete utilizzare un pennellino molto fine e della tempera non diluita, in modo da dare un effetto in rilievo al disegno o alle decorazioni. Se avete intenzione di distribuirle a tavola, servitele in un cesto di vimini con all’interno un po’ di paglia. Effetto scenico garantito!