Cioccolatò 2012, la fiera più dolce di Torino in scena dal 4 all’11 marzo

da , il

    cioccolato torino 2012

    Torna a Torino Cioccolatò, l’appuntamento più goloso che ci sia. Il salone del cioccolato ha ottenuto uno strepitoso successo nella sua edizione del 2011, con 500mila visitatori che hanno potuto gustare le prelibatezze frutto di maestri pasticcieri piemontesi, che sanno bene come prenderci per la gola. Ed ora, prima ancora che la primavera arrivi a scaldare la città sabauda, ecco un evento che attirerà nel capoluogo piemontese moltissimi turisti provenienti da tutta Italia e anche da tutto il mondo, prondi ad assaggiare i prodotti di operatori locali degni di nota!

    Moltissime città ospitano le loro fiere del cioccolato, ma quella di Torino ha un sapore decisamente più gustoso. Il claim di quest’anno, ‘O ci vai o ci sei‘, non ammette assenti: dal 4 all’11 marzo 2012 siamo tutti invitati nella splendida città per partecipare alla nona edizione di una kermesse consigliata a chi adora, come me, il cioccolato in ogni sua forma.

    Il centro storico della città di Torino, assolutamente da visitare perché è bellissimo, ospiterà numerosissimi stand pronti a deliziarci con prelibatezze di ogni genere. Ma in programma ci sono anche degli incontri con gli esperti, le immancabili degustazioni, ma anche attività culturali e iniviati ludico-didattiche dedicate ai bambini, ovviamente tutte legate al cioccolato, sia quello buonissimo Made in Italy che quello internazionale.

    Per l’edizione 2012, la mappa stradale per districarsi tra i vari eventi di Cioccolatò sarà a forma di gianduiotto, il simbolo della città piemontese, uno dei cioccolatini in assoluto più buoni.

    La manifestazione è organizzata dal secondo anno consecutivo dal Gruppo Apice ed ha il patrocinio della Città di Torino, della Provincia di Torino, della Regione Piemonte, di UnionCamere Piemonte e della Camera di Commercio I.A.A. di Torino, più di numerose associazioni di categoria come Ascom, Confesercenti, Cna, Confartigianato e Casartigiani.