Cartamodelli pantaloni: crea da sola la tua moda [FOTO]

da , il

    Cartamodelli pantaloniCreare da sola la tua moda? È possibile grazie ai cartamodelli dei vestiti più disparati, in questo caso dei pantaloni. Che siano larghi, a palazzo, da tuta o di altro genere, i pantaloni da donna sono perfetti da indossare per qualsiasi occasione. Perché non provare a creare un paio di pantaloni fai da te, dunque? I cartamodelli per realizzare i pantaloni sono senza alcun dubbio di aiuto, ma una certa pratica nell’avere a che fare con tessuti, macchina da cucire, ago, filo e simili è d’obbligo per ottenere dei buoni risultati. Potrete creare pantaloni per la Primavera o l’Estate in arrivo, seguendo la vostra personalissima moda. Ecco alcuni preziosi e semplici consigli su come poter creare da soli dei pantaloni, partendo da un cartamodello.

    Cartamodello pantalone con pince: introduzione

    Per creare un pantalone fai da te occorre partire da un cartamodello già pronto, oppure da un’idea riguardo un modello magari già visto. Naturalmente, saper cucire è un requisito che aiuta di molto ad ottenere dei buoni risultati sin da subito ed anche la scelta della stoffa adatta e del modello migliore da riprodurre. Perché non creare un pantalone con pince, cioè il tipo di piega che si ottiene ripiegando all’interno il tessuto che viene, poi, cucito? Un pantalone femminile può avere diverse lunghezze, larghezze e stili: per misurare i pantaloni occorre stare in piedi e legare un elastico intorno alla vita, senza stringere eccessivamente e prendendo le misure della circonferenza vita, circonferenza bacino, circonferenza della gamba, altezza fianco, altezza ginocchio, altezza caviglia, altezza cavallo e lunghezza totale del pantalone.

    Cartamodello pantalone con pince: parte anteriore

    Per creare un pantalone con pince, partendo da un cartamodello per la parte anteriore, non vi resta che disegnare un rettangolo A-B-C-D con A-B pari ad un quarto della circonferenza bacino ed A-C pari alla lunghezza dei pantaloni. Successivamente, A-E pari alla misura dell’altezza cavallo e B–F come A-E; E-E1 1/16 della circonferenza bacino meno 1,5 centimetri; mentre A-G misura l’altezza fianco. Tracciate G–H, E-I come A-E ed I-L, E1-X metà di E1-F. Tracciate M-N con incrocio al punto X, M-O ad altezza ginocchio, M-M2 centimetri 7 e tracciate le pince con le necessarie larghezze e profondità. Poi, B-B1 centimetri 1, X1-L1 centimetri 12, X1-I1 come X1-L1, N-N1 centimetri 1, N-C1 centimetri 11 e N-D1 come N-C1. Tracciate C1-N1-D1, E1-G-A1, E1-I1 C1, B1-A1 e B1-H-F-L1-D1.

    SCOPRI CARTAMODELLI PER GONNE

    Cartamodello pantalone con pince: parte posteriore

    Per la parte posteriore, disegnate un rettangolo A-B-C-D con A-B pari ad un quarto della circonferenza bacino più 2 centimetri ed A-C pari alla lunghezza dei pantaloni. Successivamente, A-E pari alla misura dell’altezza cavallo e B-F come A-E; E-E1 1/16 della circonferenza bacino più 3 centimetri; mentre E1-E2 centimetri 1, E-E3 centimetri 2 ed A-G misura l’altezza fianco. Tracciate G–H, E-I come A-E, I-L, E1-X metà di E1–F, M-N con incrocio al punto X, M-O ad altezza ginocchio, A-A1 centimetri 3,5, A1-A2 centimetri 1-3,5, B-B1 centimetri 1 e B1-B2 metà B1-A2. Tracciate le pince con larghezza e profondità desiderate, X1-L1 centimetri 13, X1-I1 come X1-L1, N-N1 centimetri 1, N-C1 centimetri 12 e N-D1 come N-C1. Infine, tracciate C1-N1-D1, E2-G-A2, E2-I1 C1, B1-A2 e B1-H-F-L1-D1.

    SCOPRI CARTAMODELLI PER ABITI DA SPOSA