Carta da parati: da quelle di design a quelle adesive [FOTO]

da , il

    La carta da parati – La carta da parati oggi è considerata una valida alternativa alla tinteggiatura delle pareti perchè è un modo creativo per decorare le pareti della casa e renderle esclusive ed originali. Le aziende del settore offrono una varietà infinita di scelta, sia a livello di materiali che di stile della decorazione. Si parte dalla classica carta in fibre di cellulosa, alla carta din vinile 3D, dalla carta metallizzata a quella in fibra grezza, dalla carta in seta dipinta a mano alla carta in fibra di paglia o bambù. Esistono quindi svariati modelli adatti a ogni camera della casa e oltre al lato estetico, oggi sono quasi tutti particolarmente resistenti e hanno il grosso pregio di essere resistenti alla luce e al logorio del tempo, e quindi di avere una casa sempre in ordine anche con il passare degli anni.

    Come scegliere la carta da parati giusta

    Come scegliere la carta da parati giusta

    Il primo consiglio per scegliere la carta da parati è quello di puntare su un tipo resistente, lavabile e con un buon spessore in modo che sia durevole e adatto anche a stanze umide come bagni e locali sotterranei. Per gli ambienti più umidi la tipologia di carta dev’essere infatti adeguata e sarà preferibile la posa di una carta da parati in vinile, tipologia da preferire anche quando la muratura risulta essere irregolare, puntando su carte con stampe in rilievo in modo che i difetti vengano meglio mimetizzati. Il secondo consiglio è quello di scegliere una decorazione in linea con la camera e con la casa che si desidera tappezzare. Esistono in commercio carte da parati di svaritai stili e decorazioni, che possono essere utilizzati anche soltanto in alcuni ambienti e non su tutte le pareti della stanza in modo da esaltare solo alcune zone e dare risalto agli elementi di pregio inseriti nel contesto. Il terzo consiglio è infatti quello di non posare la carta da parati su tutte le pareti della stanza, ma di sceglierne solo alcune, abbinandole un colore di vernice per tinteggiare il resto delle pareti. E l’ultimo consiglio è quello di ricordarsi le regole della percezione dello spazio: per gli ambienti con i soffitti bassi la scelta giusta potrebbe essere una carta da parati a strisce verticali e per le stanze piccole una tappezzeria dai colori chiari e disegni piccoli in modo che lo spazio sembri maggiore.

    SCOPRI LA CARTA DA PARATI FAI DA TE: IDEE E CONSIGLI PER A SCELTA E L’APPLICAZIONE

    La carta da parati adatta alle varie stanze della casa

    La carta da parati adatta alle varie stanze della casa

    La scelta del colore e della tipologia di decorazione è fondamentale per armonizzarsi con l’arredo ma anche con la destinazione d’uso della camera dove va posizionata la carta da parati.

    Per il salotto – per la stanza dedicata alla socializzazione la carta da parati giusta dev’essere allegra sia a livello di decorazioni che di colori.

    Per la camera da letto – per la stanza dedicata al riposo sono da preferire toni e decorazioni che non entrino in contrasto con il il relax e quindi bisogna optare per una carta da parati dai colori freschi, sobri, neutri e fantasie leggere che magari richiamino gli elementi della natura come il cielo.

    Per la cucina – per la stanza dedicata alla preparazione e al consumo dei cibi si possono scegliere carte da parti di tutti i generi e stili dando libero sfogo alla fantasia e alla scelta di colori anche sgargianti, avendo però l’accortezza di evitare tappezzerie troppo delicate come quelle in seta che con i vapori e i fumi si deteriorerebbero.

    Per lo studio – per una stanza dedicata al lavoro e alla concentrazione è bene riservare carte da parati dai toni e dalle decorazioni sobrie e non impegnative, evitando quindi le grosse stampe floreali e i colori troppo vivaci.

    GUARDA COME DECORARE IL FRIGO CON I WALL STICKERS

    Stencil per decorare le pareti