Cappelli: trucchi per reinventarli [FOTO]

da , il

    Cappelli, ecco tanti trucchi per reinventarli, per ridare nuova vita ai vecchi cappelli sepolti in fondo agli armadi o lasciati sull’appendiabiti a impolverarsi. Ecco qualche suggerimento creativo e originale per cambiare loro aspetto e utilità decorandoli con dettagli e accessori unici, dando loro un tocco di colore e di carattere aggiuntivo.

    Dettagli unici per i cappelli

    Per regalare ai vecchi cappelli, di paglia ma non solo, non c’è nulla di meglio che decorarli utilizzando dettagli e accessori unici. Piccoli e grandi particolari capaci di fare davvero la differenza, di illuminare anche il più spento e triste cappello di tessuto o di dare un tocco di glamour extra al più semplice dei cappellini da baseball.

    Per regalarsi un cappello da baseball meno sportivo e molto più modaiolo, per esempio, si può optare per decorazioni luccicanti o dai riflessi metallici. Qualche esempio? La visiera si può riempire con le borchie e le perline, gli strass e le paillettes, dettagli che possono essere facilmente fissati con la colla o con ago e filo.

    Aggiungere carattere con poco soldi anche al cappello più spoglio e banale è possibile. Allo scopo, per evitare l’effetto carnevalesco, di può preferire una decorazione semplice ma d’effetto da realizzare con l’aiuto di un foulard o di nastri colorati, da fissare intorno al cappello con l’aiuto di poche cuciture con ago e filo.

    Se si tratta, invece, di un cappello di paglia, il compagno delle più assolate giornate estive al mare come al lago, si può osare con accessori più colorati e sfarzosi, come fiocchi di tessuto o fiori dalle cromie fluo, per esempio.

    Decorare per reinventare

    I cappelli da signora, che siano quelli a tesa larga o i più discreti modelli che imitano le linee di quelli maschili, sempre che non siano modelli famosi e costosi, si possono reinventare armandosi di ago e filo, colori e tanta fantasia.

    Per le più pratiche dell’arte del ricamo, il cappello, per esempio, può essere interpretato alla stregua di un qualsiasi altro tessuto da decorare in punta di ago e a colpi di fili colorati, disegni e lettere, figure e greche di vario genere.

    Se non si è esperte ricamatrici, invece, tutto si può trasformare in decorazione da fissare sul cappello per dargli un tocco di originalità. Dalle piume di pavone ai pon pon di lana fai da te, fino alle spillette di ogni genere, forma e colore. Il trucco, in questo caso, sta nell’assemblare tutti gli elementi con stile, evitando forzature o eccessi ridondanti.