Arredare su misura la cameretta dei bambini

da , il

    Quanta fatica trovare l’equilibri giusto per arredare questo ambiente così delicato. Per il bambino la propria camera è il punto zero, il centro del mondo, l’unico posto forse in cui possono sentirsi sempre al sicuro. Da sempre si tende ad arredarla con pochi elementi essenziali, magari con lo stesso stile del resto della casa, oppure utilizzando biancheria da letto multicolore. Ci penseranno poi loro dopo qualche anno a personalizzare le pareti con poster e foto, aggiungendo oggetti e non solo. Anche borsoni da calcio, giocattoli e vestiti, così da crearsi il loro caos che li fa comunque sentire a casa.

    Molte case produttrici di mobili e complementi d’arredo, hanno studiato i gusti e i comportamenti dei bambini e degli adolescenti studiando metodi di arredamento innovativi su misura e personalizzabili. In questi ultimi anni ci si concentra molto sull’uso di materiali di una certa ecocompatibilità, utilizzando vernici atossiche certificate, mantenendo comunque un rapporto qualità-prezzo molto accessibile.

    E’ il caso ad esempio della ditta Cia International, che a seguito di accordi fatti con la Warner Bros Consumer Products per i diritti di immagine, sta producendo camerette con immagini di supereroi tra cui Batman e Superman, ma anche altri soggetti come la novità rappresentata da camerette interamente disegnate attorno al personaggio di Hello Kitty, uno dei soggetti più amati dalle bambine ma anche delle più grandi.

    ZG Mobili invece propone soluzioni che puntano a creare spazi più ampi all’interno della stanza e all’utilizzo di materiali altamente sicuri e atossici, in classe E1, offrendo comunque una buona varietà di scelta.

    Diversa rispetto a quelle delle due precedenti case è la collezione Solidwood, che adotta dei metodi molto più artigianali, preferendo legno massiccio, mantenendo allo stesso modo un design moderno ed ecocompatibile, creando da legno proveniente da piantagioni forestali sostenibili e rinnovabili.

    Dolcetto o scherzetto?