Arredare con le piante: idee e consigli per dare un tocco green alla casa [FOTO]

da , il

    Gli effetti benefici del verde in una casa sono tanti, difatti, la presenza di piante e fiori la rendono più bella, più rilassante e più sana. Oltre ad ossigenare l’ambiente, a purificare l’aria, a contrastare l’umidità e a neutralizzare i cattivi odori, ficus, potos, felci e le altre essenze hanno il potere di risolvere alcune lacune arredative e rendere la casa più accogliente.

    Arredare con le piante è una soluzione economica, salutare ed elegante che può contribuire anche a dare un tocco di originalità alla casa. Utilizzare il verde e i contenitori come veri e propri elementi d’arredo, scegliendoli per le loro forme, dimensioni e colori, da coordinare con il resto dell’arredamento della casa.

    SCOPRI QUALI SONO LE 10 PIANTE CHE DEPURANO L’ARIA DI CASA

    Arredare con le piante

    IMPARA COME CURARE LE PIANTE DURANTE LE VACANZE

    Scegliere le piante da interno più adatte

    Quando vogliamo arredare la casa casa con le piante si devono fare delle considerazioni, e la prima è quella su quale sia l’essenza che sta meglio in un determinato ambiente. Cosa sta bene nel mio soggiorno? Quali sono le dimensioni più giuste? Qual’è la posizione da scegliere? Questi parametri devono soddisfare l’estetica ma anche la funzionalità. E non vanno neanche dimenticate le condizioni ambientali degli ambienti della casa dove andranno posizionate le piante: esse hanno bisogno di luce ma anche di cure, perchè se la pianta è trascurata perderà il suo valore aggiunto.

    In generale, il bagno è sicuramente la parte della casa più adatta per ospitare le piante, perchè è la stanza più umida: felci, edere, pothos, capelvenere e calandium possono essere la scelta ideale. Per quanto riguarda la camera da letto, una volta si riteneva che non vi andassero collocate le piante perchè ree di rubare l’ossigeno, ma oggi sappiamo che è invece salutare introdurre del verde dove si dorme, per la capacità che ha di purificare l’aria. Per il soggiorno, generalmente, caratterizzato da spazi ampi e luminosi, si può invece optare per piante di notevole grandezza come i ficus, o le piante grasse e i cactus di grandi dimensioni. Se poi la nostra abitazione si trova in un condominio, perchè non posizionare una bella pianta sul pianerottolo?

    L’attività benefica delle piante

    Non tutti dispongono di un giardino o di un terrazzo dove poter passare tempo nel verde. Ma siccome stare a vicini alle piante, curandole, imparandole a conoscere e vedendole crescere è sicuramente un’attività benefica, diventa fondamentale riuscire ad introdurle all’interno del nostro spazio abitativo. L’assenza di uno spazio outdoor non rappresenta un problema, in quanto esistono molte tipologie di piante che si adattano benissimo all’ambiente indoor.

    Non dobbiamo dimenticarci che tra l’altro gli spazi chiusi emanano sostanze nocive per la salute, e che alcune piante hanno proprio il potere di distruggere queste sostanze derivanti dai materiali da costruzione, da quelli delle rifiniture e dagli arredi: le dracene assimilano le sostanze tossiche rilasciate da computer ed elettrodomestici, il ficus mangia la formaldeide, lo spatifillo fagocita benzene e acetone, la dieffenbanchia elimina i veleni tossici delle vernici. Arredare la casa con le piante diventa così un modo per rendere più bello ed ospitale l’ambiente, ma anche un modo per prendersi cura di sé stessi.

    Le piante repellenti per le zanzare