Amigurumi: le bamboline diventano vip e star del cinema!

da , il

    Negli ultimi anni, nel mondo dell’uncinetto ha spopolato la mania degli amigurumi. La parola è giapponese e si usa solitamente per indicare dei pupazzi, delle bambole, più o meno buffi, più o meno grandi, realizzati all’uncinetto (a volte anche a maglia). Molti amigurumi sono animaletti graziosi come elefantini, tartarughine, orsetti, ma ci sono anche tantissimi amigurumi ispirati a star, VIP e personaggi di film e serie televisive.

    Gli amigurumi stanno impazzando perché sono carinissimi, veloci da realizzare e perfetti da regalare o collezionare. Possono essere usati come portachiavi o possono essere donati alle amiche e agli amici che amano le cose kawaii, come direbbero sempre in Giappone. Vanno bene anche per i bambini un po’ grandicelli, ma in questo caso è bene cucire con molta cura tutte le parti.

    chinotto is my nemesis

    Quando si crea un amigurumi VIP, la parte divertente è proprio caratterizzare il pupazzetto con vestitini e accessori, fatti all’uncinetto o cuciti, che siano stati indossati dal personaggio a cui vogliamo che la nostra bambolina assomigli. Ci sono moltissime creatrici su internet che si sono specializzate proprio nella creazione di amigurumi che riproducano le fattezze di questa o quella star o magari dei protagonisti dei fumetti, come Snoopy, Woodstock, Topolino, Paperina e così via.

    La tecnica base per crearli è semplice, basta saper fare le catenelle, la maglia bassa, la maglia bassissima, aumenti e diminuzioni. Guardando la gallery, vedrete che spesso sono, alla fin fine, sfere di varie dimensioni assemblate insieme. Infatti, possono essere fatti di una o più parti cucite insieme, poi decorate con bottoni o feltro. A volte i lineamenti di visi (o musetti) e altri dettagli sono ricamati. L’importante, quando si fa un amigurumi, è lavorare molto stretto, dato che poi vanno imbottiti e non si può rischiare che l’imbottitura si veda tra un punto e l’altro.

    Se volete cimentarvi con gli amigurumi, magari i primi saranno un po’ sbilenchi perché ci vuole un po’ per perfezionare le capacità di lavorare in piccolo, ma se non vi arrenderete, presto migliorerete e potrete dedicarvi alla creazione di amigurumi in quantità e in ogni luogo e, dato che basta meno di un gomitolo per realizzarne più di uno, sono anche i lavori perfetti da portare con noi quando siamo in giro!