Allacciate Le Cinture, il nuovo film di Ozpetek

da , il

    Allacciate le Cinture, il film

    Allacciate Le Cinture, il film – La nuova pellicola di Ferzan Ozpetek, “Allacciate Le Cinture”, è uscita nelle sale cinematografiche italiane giovedì, 6 marzo 2014. Il film diretto dal regista e sceneggiatore turco – naturalizzato italiano – racconta una storia d’amore un po’ particolare, che si svolge nell’arco di tredici anni e che ha per protagonisti attori come Kasia Smutniak, Francesco Arca, Filippo Scicchitano, Francesco Scianna e Carolina Crescentini, fra i tanti. Ma di cosa parla l’ultimo lavoro di Ferzan Ozpetek?

    Il film: la trama ed il cast

    La storia si svolge nell’arco di tredici anni, parte dal 2000 a Lecce e ha, per protagonisti, Elena (Kasia Smutniak) – una cameriera in un bar, fidanzata con Giorgio (Francesco Scianna) – che si innamora, nonostante mille differenze, di Antonio (Francesco Arca), fidanzato della sua migliore amica Silvia (Carolina Crescentini). Elena è di buona famiglia, ha delle ambizioni da seguire ed un migliore amico omosessuale, mentre Antonio è un meccanico di scarsa cultura, omofobo ed anche un po’ razzista, ma le diversità fra i due non impediranno ai due ragazzi di provare un’incredibile attrazione, tradendo la fiducia dei rispettivi fidanzati. Agli antipodi per ideologie, estrazione sociale ed aspirazioni, Elena ed Antonio finiscono per odiarsi, amarsi, tradirsi e vivere la loro vita insieme, affrontando problemi e drammi come quello del tumore al seno che colpirà Elena tredici anni dopo il loro primo incontro, in un giorno di pioggia, alla fermata dell’autobus. Altri personaggi che saranno coinvolti nella storia sono Fabio (Filippo Scicchitano), Egle (Paola Minaccioni), Viviana (Elena Sofia Ricci), Maricla (Luisa Ranieri), Anna (Carla Signoris) e Diana (Giulia Michelini).

    SCOPRI PERCHÉ LA GRANDE BELLEZZA HA CONQUISTATO HOLLYWOOD

    Il film: le conclusioni

    Il regista Ferzan Ozpetek cerca di dare vita ad una storia che possa essere “sentita” realmente dal pubblico, grazie al trascorrere degli anni che permette di assistere ad un maggiore evolversi dei personaggi e della storia. La storia d’amore sfiora il dramma, poi, con la malattia della protagonista e, in un susseguirsi di scene tra ospedali e dolori, gli spettatori sono portati a sentirsi trasportati dal destino di questa coppia che, nonostante le avversità, sembra resistere ugualmente allo scorrere del tempo. La commedia ha una durata di quasi due ore per raccontare ed analizzare, in un più ampio arco temporale, l’amore che lega Elena ed Antonio nel tempo e nello spazio: da ragazzi travolti dalla passione a sposi con figli, per far vivere appieno la vita ed i drammi della ragazza – poi, donna – a chi guarda la pellicola. Ed il film analizza i momenti dell’esistenza di un individuo che, positivamente o negativamente, sono in grado di sconvolgere la vita di una persona: l’amore, l’amicizia, il lavoro, la famiglia, i tradimenti, la malattia e lo scorrere inesorabile del tempo.

    SCOPRI I VINCITORI DEGLI OSCAR 2014