Acido citrico, 10 usi e proprietà

Usi e proprietà dell'acido citrico? Oltre che per uso alimentare, l'acido citrico può essere molto utile per utilizzi domestici. Ecco alcuni preziosi e facili consigli su come poterlo usare.

da , il

    Conoscete tutti gli usi e le proprietà dell’acido citrico? Infatti, oltre che per uso alimentare, l’acido citrico può essere molto utile per utilizzi domestici permettendoci di risparmiare senza acquistare i prodotti chimici in commercio, dannosi per l’ambiente che ci circonda e per la salute. Dovete sapere che l’acido citrico è un composto presente in alcuni organismi vegetali che viene prodotto tramite fermentazioni per poi essere estratto. Siete, quindi, curiosi di sapere come poterlo utilizzare in casa nella vita di tutti i giorni? Ecco gli usi e le proprietà dell’acido citrico e alcuni preziosi e facili consigli su come poterlo usare.

    Acido citrico: introduzione e consigli

    L’acido citrico è contenuto nel succo di limone – per il 5-7 per cento – e di arancia – per l’1 per cento circa – ma è anche presente in quasi tutto il resto della frutta. L’acido citrico venne isolato per cristallizzazione per la prima volta nel lontano 1784 e viene, oggi, venduto in polvere o granuli. Presente soprattutto negli agrumi, questo composto può essere un valido alleato nella pulizia della casa, nella preparazione di detersivi fai da te e si trova in vendita in erboristeria o presso negozi che si occupano della vendita di prodotti naturali: viene, infatti, venduto all’interno di contenitori, dove l’acido citrico deve essere ben conservato, al riparo da fonti luminose e di calore, in un luogo fresco ed asciutto. L’acido citrico non va, inoltre, utilizzato puro su tessuti o per la pulizia di superfici in legno, marmo e pietra.

    Acido citrico: per vetri, lavatrice e lavastoviglie

    Tra i possibili impieghi domestici dell’acido citrico, vi è quello per la pulizia dei vetri: sciogliete un cucchiaino di acido citrico in un litro d’acqua ed aggiungete un cucchiaino di detersivo ecologico. Anche per la lavatrice è ottimo come disincrostante: preparate una soluzione con 150 grammi di prodotto da sciogliere in un litro di acqua per effettuare un lavaggio ad alta temperatura. Inoltre, anche per la lavastoviglie è ottimo come brillantante: basta, infatti, preparare una soluzione di acqua e acido citrico – come per la lavatrice – da versare nell’apposita vaschetta della lavastoviglie.

    SCOPRI COME USARE IL LIMONE PER LA PULIZIA DELLA CASA

    Acido citrico: in cucina e in bagno

    L’acido citrico può essere utilizzato anche per la preparazione di un anticalcare da poter usare su superfici come quelle della cucina e del bagno: preparate una soluzione di un litro di acqua, in cui sciogliere 150 grammi di prodotto. Anche per la pulizia degli scarichi e delle pentole è un’ottima soluzione: nel primo caso, potete versare nello scarico 100 grammi di bicarbonato di sodio e una soluzione preparata con 200 millilitri di acqua e 30 grammi di acido citrico; mentre per la pulizia delle pentole, potete usare 500 millilitri di acqua in cui sciogliere 25 grammi di prodotto, da lasciare agire per tutta la notte. Per la pulizia del WC, infine, versate una soluzione preparata con un litro di acqua e 50 grammi di acido citrico, da lasciare agire per diverse ore.

    Ammorbidente per il bucato

    Un ammorbidente casalingo per il bucato può essere preparato semplicemente sciogliendo 500 millilitri di acqua e 20 grammi di acido citrico, da agitare prima dell’uso. Dunque vi consigliamo di utilizzare un flacone con tappo. Calcolate di impiegare circa 100 ml del prodotto ottenuto per ogni lavaggio in lavatrice, versando l’ammorbidente nell’apposito scomparto.

    Bomba da bagno

    Con l’acido citrico si può preparare una bomba da bagno. Prendete 50 gr Bicarbonato, 25 gr acido citrico, 17 ml olio di semi, 30 gocce di olio essenziale a piacere.

    Pesate dunque l’acido citrico e il bicarbonato, metteteli in una ciotola, aggiungete gli oli e mescolate per bene. Se volete dare una forma alla bath bomb potete metterla in uno stampo da ghiaccio e pressarla, altrimente potete avvolgerla in una pellicola, dare la forma di una palla, aspettare un’ora circa e poi metterla nella vasca.