8 maschere per Halloween con il riciclo creativo

8 idee originali per realizzare maschere di Halloween a colpi di riciclo creativo, divertenti e diverse dal solito.

da , il

    8 maschere per Halloween realizzare con il riciclo creativo, tanta fantasia, una buona dose di inventiva e parecchia voglia di fare. Perché nella notta più spaventosa dell’anno si può stupire anche non spendendo cifre folli, si possono terrorizzare gli altri mettendosi in gioco, riutilizzando vecchi piatti o cartoncini per dar vita a maschere divertenti. Ecco qualche esempio da cui lasciarsi ispirare e da cui prendere spunto.

    1. Maschera da pipistrello

    Una maschera da pipistrello semplicemente riciclando i vecchi rotoli di carta igienica finiti o i tubi di cartone dei panni carta assorbenti per la cucina. Basta aprirli con un taglierino, dipingerli di nero, aggiungervi ai lati due alette di cartoncino nero in perfetto stile pipistrello, due buchi per gli occhi la maschera è pronta per la notte di Halloween. Clicca qui per altre indicazioni su come creare decorazioni di Halloween da pipistrello.

    2. Maschera da zucca

    Un classico di Halloween, quella da zucca è decisamente la maschera che non può mancare nella notte più spaventosa di tutto l’anno. Per realizzarla si possono utilizzare ritagli di diversi materiali, dal cartone al pannolenci, per esempio, da sagomare con l’aiuto delle forbici dando alla maschera la forma della zucca ovviamente. Per capire meglio come fare, clicca qui.

    3. La maschera a forma di teschio

    Basta un piatto di carta o di plastica bianco, da ritagliare a dovere e decorare a colpi di pennarello nero, un po’ di fantasia, ma nemmeno troppa, e la maschera più spaventosa in tema di morti & co. è pronta. È la maschera a forma di teschio, da fissare ai due lati con un elastico per indossarla con più facilità.

    4. La maschera da fantasma

    Un cartoncino bianco ricavato da qualsiasi scatola o involucro, ma anche dal banale sacchetto di carta di un negozio, un pezzo di nastro dello stesso colore o di elastico, un veloce gioco di forbici per dare alla maschera una forma ondulata e ricavare due buchi per gli occhi e la maschera da fantasma è pronta. Per avere altre dritte su come realizzarla, clicca qui.

    5. La maschera da diavolo

    La maschera da diavolo a colpi di riciclo creativo è presto realizzata, perché in realtà non serve molto, se non una buona dose di colore specifico per la pelle rosso, una matita nera e delle corna da diavoletta fai da te facilmente realizzabili con un vecchio cerchietto e del cartoncino di recupero prima fissato con il nastro adesivo e poi dipinto con la vernice rossa. Per scoprire come realizzare le corna da diavoletta clicca qui.

    6. Maschera con tre occhi

    Una maschera spaventosa con tre occhi, perfetta per Halloween e per aggiudicarsi un travestimento fai da te all’insegna del riciclo creativo. Basta procurarsi un cartone da sei di uova, ritagliarne una striscia (ovviamente dopo aver tolto le uova) e dipingerne l’esterno a piacere in modo da ricreare bulbi oculari sanguinolenti da montare sul viso come una vera e propria maschera.

    7. La maschera da strega

    Un pezzo di plastica nera, perfetta, perché leggera e facilmente lavorabile e malleabile, quella dei sacchi utilizzati per l’immondizia, è la base di partenza ideale per creare una maschera da vera streghetta. Maschera che si può arricchire con diversi dettagli, rendere più tridimensionale con l’aggiunta di un po’ di fil di ferro o più scenografica con qualche nastro, per esempio. Ma clicca qui per vedere altri suggerimenti.

    8. Maschera da mummia

    Un po’ di carta igienica, un po’ di cartoncino - anche quello recuperato dai vecchi rotoli di carta igienica o scatole di scarpe va benissimo – un po’ di colla vinilica per incollare la carta igienica, avvolgendola con cura, sulla maschera di cartoncino riciclato, due buchi da ritagliare per garantire la visuale e il gioco è fatto. Per altri trucchetti su come realizzare decorazioni di Halloween da mummia, clicca qui.