10 posti per gli amanti dei cani [FOTO]

da , il

    10 posti per gli amanti dei cani – Se amate i cani e siete in cerca di qualcosa di straordinario da vedere che abbia a che fare con il vostro amore per loro, troverete senz’altro interessante la nostra lista in merito. I cani non sono soltanto i migliori amici dell’uomo, ma sono degli esseri viventi capaci di dare amore completo e totale, fedeltà e rispetto alla propria famiglia, come nessun altro è in grado di fare e sanno anche insegnarci cosa vogliano dire il coraggio, la forza, la collaborazione, l’amore per la vita, la tenacia e moltissime altre cose. Ecco una lista di luoghi nel mondo per gli amanti di questi maestosi e magnificenti animali.

    Posti per gli amanti dei cani: Tokyo, Firenze e Bologna

    I cani sono un po’ come figli, parte integrante della famiglia, perché si affidano a noi completamente come fanno i bambini e lo restano per tutta la loro, purtroppo, breve vita. Se amate il vostro peloso a quattro zampe e vi piace viaggiare, sarebbe il caso di visitare alcuni luoghi e conoscere alcune storie davvero toccanti che li riguardano. Chi non conosce la storia di Hachiko, divenuta meglio nota grazie al film con Richard Gere? Nella stazione ferroviaria di Tokyo, in Giappone, si trova la statua di bronzo – a grandezza naturale – a lui dedicata dove, ogni giorno, passano migliaia di turisti: Hachiko era il cane di un professore all’Università di Tokyo che, ogni giorno, prendeva il treno in questa stazione. Hachiko lo accompagnava alla stazione e lo attendeva al suo ritorno ma, quando l’insegnante morì improvvisamente senza fare ritorno, il cagnolino continuò per ben 10 anni ad attendere invano il suo amato umano. La statua fu eretta nel 1934 in presenza di Hachiko, che morì l’anno seguente per strada. Il corpo di Hachiko si trova, oggi, esposto al Museo Nazionale di Natura e Scienza ed alcune sue ossa sono sepolte accanto alla tomba del suo padrone. Storia simile quella di Fido, che visse nel comune di Borgo San Lorenzo – in provincia di Firenze – e che, dopo la morte del suo “genitore umano”, continuò a recarsi ad una fermata di autobus per ben 14 anni. Il sindaco conferì a Fido una medaglia d’oro e fece costruire un monumento in suo onore nel 1957 che, ancora oggi, è visitabile nella centrale piazza Dante e che ha incise su una targhetta le parole “A Fido, esempio di fedeltà“. Sempre in Italia – a Bologna, per l’esattezza – si trova la statua dedicata a Tago, che fu commissionata nel 1777 in onore della fedeltà di un bracco tedesco che, per la forte felicità di rivedere dopo molto tempo il proprio padrone, scivolò dal balcone e morì. La statua è stata per 200 anni sulla finestra di Casa de’ Buoi ed è, adesso, esposta nella gipsoteca del Museo Civico Archeologico della città.

    SCOPRI 10 POSTI PER GLI AMANTI DEI GATTI

    Posti per gli amanti dei cani: Simon’s Town, Edimburgo, Juneau e Washington D.C.

    In Sudafrica, si trova la statua di Just Nuisance, alano arruolato nella Royal Navy che ebbe gli onori militari quando morì nel 1944 e la cui statua si trova in piazza Giubileo, a Simon’s Town. In Scozia, ad Edimburgo, si trova la statua di Greyfriars Bobby, cagnolino che vegliò la tomba del suo padrone per 14 anni fino alla sua morte. La statua di Patsy Ann si trova a Juneau, in Alaska: era un Bull Terrier sordo dalla nascita, che sentiva arrivare le navi molto prima delle persone e che aiutava la capitaneria di porto della città grazia al suo sesto senso. Owney era, invece, un cagnolino che accompagnava i funzionari postali, nell’Ottocento, per gli Stati Uniti, il Canada ed il Messico: oggi, si trova al Museo Postale di Washington D.C.

    CONSIGLI PER SCEGLIERE IL CANE ADATTO A TE

    Posti per gli amanti dei cani: Genova, New York e Cleveland

    Per tutti gli amanti dei cani, ancora in Italia, si svolge il Premio Internazionale Fedeltà Del Cane. Dove e quando, esattamente? A San Rocco – frazione di Camogli, in provincia di Genova – dove, il 16 agosto, è la festa in onore del santo protettore dei cani. Il Premio Fedeltà del Cane fu istituito nel 1962 e, dal 1981, è presente anche il monumento “all’amico fedele dell’uomo“. A Central Park – a New York – si trova, invece, la statua di Balto: questo Siberian Husky partecipò ad un’incredibile staffetta di cani da slitta per portare un siero che poteva porre fine ad un’epidemia di difterite. Balto venne onorato – in rappresentanza anche degli altri cani che parteciparono alla corsa contro il tempo per salvare delle vite – con la statua che si trova, oggi, nella Grande Mela ed il suo corpo imbalsamato può essere visitato al Museo di Storia Naturale a Cleveland, in Ohio.