10 alimenti velenosi per cani e gatti

Quali sono gli alimenti velenosi per cani e gatti? Scopriamo solo 10 dei cibi tossici per i nostri amici a quattro zampe.

da , il

    Quali sono gli alimenti velenosi per cani e gatti? Molti ignorano l’esistenza di alcuni cibi tossici per i nostri amici a quattro zampe e, spesso, ci si ritrova a dare bocconi pericolosi dei nostri pasti ai cani e gatti di casa. Gli animali domestici sono parte integrante della famiglia, ma non hanno – per ovvie ragioni – il nostro stesso organismo e, dunque, occorre tenere presente che ciò che fa bene a noi può non far bene a loro. Scopriamo solo 10 degli alimenti velenosi per cani e gatti.

    1. Cioccolato

    Il cioccolato è un alimento assolutamente vietato: il cacao contiene, infatti, teobromina; sostanza dannosa per il sistema nervoso, i reni e i polmoni, che causa diarrea, vomito, irregolarità nel battito cardiaco, tremori muscolari, convulsioni e morte, nei casi più gravi. Il livello di tossicità della cioccolata dipende dalla percentuale di cacao contenuta e dal peso dell’animale, ma alcune razze reagiscono anche a quantità minime.

    2. Alcol

    Nella lista dei divieti, c’è anche l’alcol e con esso tutti gli alimenti che lo contengono. Vietati, quindi, dolci e brioche, ad esempio: i dolciumi non sono, comunque, salutari per gli animali e possono aumentare il rischio di diabete. L’alcol causa letargia e diminuisce la temperatura corporea, fino a portare alla morte.

    3. Uva e uvetta

    Niente uva e uvetta, in quanto sono dannose per i reni, anche se assunte in piccole quantità. Questi alimenti possono causare insufficienza renale acuta, vomito, diarrea e letargia.

    4. Xilitolo

    Lo xilitolo è spesso contenuto in chewingum e caramelle ed è un ingrediente in grado di aumentare la produzione di insulina, che può portare a ipoglicemia, vomito, letargia e difficoltà nel coordinamento.

    5. Noci di Macadamia

    Le noci di Macadamia causano debolezza, diarrea, tremori, sonnolenza, ipertermia, vomito e letargia, ma non sono letali nei cani. I sintomi possono durare fino a due giorni e fare la loro apparizione entro 12 ore dall’ingestione.

    SCOPRI COME RENDERE PERFETTA LA CONVIVENZA TRA CANE E GATTO

    6. Cipolla e aglio

    Vietate anche la cipolla e l’aglio, sia nei cani che nei gatti: riducono, infatti, il numero dei globuli bianchi e portano ad anemia. Possono, inoltre, causare un’infiammazione gastrointestinale.

    7. Uova crude

    Niente uova crude, poi, per il pericolo legato al batterio responsabile della salmonella: l’Escherichia Coli. Le uova contengono avidina, che interferisce con il metabolismo della vitamina B nei felini.

    8. Caffeina

    La caffeina può essere letale sia per i cani che per i gatti, se assunta ad alte dosi. Bassi dosaggi di caffeina causano, invece, vomito, diarrea, tachicardia, agitazione, tremori muscolari, convulsioni, problemi respiratori e, nei casi più gravi, morte.

    9. Avocado

    Questo frutto è velenoso sia per i cani che per i gatti: l’avocado può, infatti, causare vomito e diarrea, per via di una tossina in esso contenuta.

    10. Ossa

    Le ossa sono estremamente pericolose sia per i cani che per i gatti, in quanto possono causare ferite, incastrarsi nell’esofago o perforare l’intestino. Infine, ricordate che è, comunque, bene non mischiare mai neanche il cibo per cani a quello dei gatti e viceversa, proprio per le ovvie differenze digestive tra le due specie. E ricordate di correre dal veterinario, nel caso in cui il vostro animale mostri dei sintomi sospetti.

    CONSIGLI PER UNA CASA A MISURA DI ANIMALI

    Dolcetto o scherzetto?